MA CHE AMORE E’ QUESTO?

20.00

La rappresentazione impropria che il calvinismo fa di Dio, Dave Hunt, pag. 644

COD: LUCEST202 Categoria:

Descrizione

Molti cristiani, che credono sinceramente nella Bibbia, sono ‘calvinisti’ perché pensano di non avere altra scelta. Si considerano automaticamente calvinisti solo perché pensano che la scelta sia tra il calvinismo (che insegna una presunta dottrina di eterna sicurezza) e l’arminianesimo (che insegna la perdita della salvezza), e perché credono nella promessa che Cristo può custodire eternamente coloro che credono in Lui.

In realtà, bastano solo alcune semplici domande per scoprire che la maggior parte dei credenti non è consapevole di quello che Giovanni Calvino e i suoi seguaci del sedicesimo e diciassettesimo secolo credevano praticavano.

Sebbene ci siano diverse varianti all’interno della dottrina calvinista, coloro che la propongono (faremo riferimento ad essi in maniera estesa, a seconda del contesto) sono generalmente d’accordo su quello che è il cuore del loro credo. Molti evangelici, tra coloro che ritengono di essere calvinisti, saranno sorpresi nello scoprire che Calvino credeva nella salvezza che si ha tramite il battesimo dei neonati, e che il suo comportamento, come ‘papa protestante” di Ginevra (Svizzera), era profondamente anticristiano.

Tuttavia, ciò che sciocca maggiormente è la rappresentazione impropria che il calvinismo fa di Dio, il quale ‘è amore’. La nostra preghiera è che questo volume possa aiutare i lettori a esaminare più attentamente i temi fondamentali affrontati e a seguire unicamente la Parola di Dio.

Dave Hunt, pag. 644

Share Button
X